Logo
          FLC CGIL

Autonomia differenziata: un’istruzione a
geometria variabile non serve al Paese

L’istruzione è un diritto costituzionale indisponibile, un diritto di cittadinanza che già oggi si esercita nel nostro Paese in maniera disomogenea, con enormi differenze tra territori e territori: il nostro obiettivo oggi dovrebbe essere quello di cancellare la variabilità di questa geometria, non di aumentarla.

Speciale giornale della effelleci

Sull’autonomia differenziata è stata richiesta una delega al governo sulle materie dell’istruzione con il rischio concreto che il Parlamento sia esautorato dal dibattito.

Con la riforma del Titolo V sono stati introdotti i LEP, i livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali da garantire su tutto il territorio nazionale. In relazione all’istruzione essi non sono mai stati declinati, mentre nel settore della sanità, dove sono stati definiti come LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), non vengono rispettati in ragione di una politica irresponsabile e miope, indifferente alle reali condizioni di uguaglianza dei cittadini italiani.
Si tratta allora di invertire la tendenza e nell’istruzione, come del resto in ogni campo che riguardi i diritti civili e sociali, occorre determinare i LEP e farli rispettare, configurandosi ogni condotta politica ed economica contraria come incostituzionale e da respingere nettamente.

La FLC CGIL, in quanto ritiene che la garanzia dell’unità del sistema Paese e dell’esigibilità dei diritti civili e sociali su tutto il territorio nazionale sia un tema prioritario per la coesione nazionale e sociale, ribadisce l’assoluta contrarietà ad una idea di regionalizzazione che considera i diritti fondamentali un bene limitato e addirittura regionalizzabile, quando invece si tratta di estenderli in maniera uniforme in tutto il Paese.
In questo quadro il diritto all’istruzione non può che essere assicurato da una scuola laica, nazionale e repubblicana e tutte le articolazioni del sistema di istruzione (l’università, la ricerca e l’AFAM) debbono riassumere la configurazione di autonomie della Repubblica funzionali al diritto dei cittadini.

La FLC CGIL ribadisce il proprio impegno a difendere il sistema formativo pubblico e nazionale, esprime la più ferma contrarietà al processo in corso di generalizzazione delle autonomie differenziate nei settori educativi e formativi innescato da diverse regioni e rilanciato dalle recenti dichiarazioni del Governo e si impegna a contrastare radicalmente le ipotesi di autonomia differenziata ed ogni pratica contrattuale ad essa collegata.

Cordialmente
FLC CGIL nazionale

In evidenza

Legge di bilancio: CGIL, CISL e UIL, il 9 febbraio manifestazione nazionale a Roma

Decreti delegati sulla scuola? No! Una strada sbagliata e inaccettabile

Su 'Quota 100' e liquidazioni il governo rischia di penalizzare drammaticamente lavoratrici e lavoratori dell’Istruzione. Se non cambia, sarà mobilitazione

Notizie scuola

La mobilità professionale all’estero del personale scolastico deve essere regolata contrattualmente

Personale scolastico da inviare all’estero: le nostre schede di lettura dei bandi

Personale scolastico da inviare all’estero: pubblicati i bandi per la selezione dei dirigenti scolastici, dei docenti e del personale amministrativo

Concorso DSGA: la FLC CGIL avvia la tutela legale per gli assistenti amministrativi “facenti funzione”

Personale ATA ex co.co.co: la FLC CGIL diffida il MIUR

Nuovo regolamento di contabilità delle scuole: la circolare applicativa

Decreto semplificazione: gli emendamenti proposti sul concorso DSGA e sul nuovo Regolamento di contabilità

Concorso straordinario scuola primaria e infanzia per le scuole con lingua d’insegnamento slovena e con insegnamento bilingue sloveno-italiano del Friuli-Venezia Giulia

LINK-FLC CGIL-ADI: basta speculazioni su studenti, precari e dottorandi

Vertenza Istituto Francese Italia: incontro presso il Ministero del Lavoro

PON “Per la scuola” e le 10 azioni per “una scuola inclusiva”: il quadro della situazione a gennaio 2019

PON “Per la scuola” e “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio”: proroghe senza fine

Freddo a scuola: a Roma condizioni di agibilità sempre più precarie

Freddo e disagi nelle scuole primarie e d’infanzia del Comune di Terni

Scuola di arabo e islam a San Felice sul Panaro (MO): dalla destra i soliti isterismi

In Molise inizia un nuovo anno tra i rischi dell’autonomia differenziata e l’incognita dimensionamento

Altre notizie di interesse

Bonus asilo nido 2019: le domande all’INPS dal 28 gennaio

Premio di 800 euro per la nascita o l’adozione di un minore

Lectio magistralis del professor Roberto Battiston sul rapporto tra chi fa ricerca e chi la paga

Scegli di esserci: iscriviti alla FLC CGIL

Servizi assicurativi per iscritti e RSU FLC CGIL

Feed Rss sito www.flcgil.it

Vuoi ricevere gratuitamente il Giornale della effelleci? Clicca qui

Per l’informazione quotidiana, ecco le aree del sito nazionale dedicate alle notizie di: scuola statale, scuola non statale, università e AFAM, ricerca, formazione professionale. Siamo anche presenti su Facebook, Google+, Twitter e YouTube.

__________________

AVVERTENZA
Il nostro messaggio ha solo fini informativi e non di lucro.
Se non si vogliono ricevere altre comunicazioni, fare click su Annulla l'iscrizione.
Grazie

- Informativa sulla privacy -

powered by phpList 3.0.6, © phpList ltd